Copy
SONO SOLO CANZONETTE
Luglio secondo me è scalpitare per le vacanze. Quando ero giovane, cioè pochissimi anni fa, passavo luglio a fare le valigie: sono seria, eh. Intorno al 12, massimo il 15, iniziavo ad accatastare vestiti e oggetti fondamentali per andare al mare. Studiavo outfit, limavo abbinamenti, poi accantonavo tutto per evitare il remoto rischio di sporcare qualcosa che avrei dovuto mettere in valigia. Gli ultimi 3 o 4 giorni prima della partenza indossavo cose a caso, vestiti di carnevale, pigiami sgualciti, tutù del saggio di danza dell'anno prima.
Perché ci tenevo tanto alla valigia? Boh, credo che riponessi grandi aspettative nelle vacanze, negli amori estivi, nelle stelle cadenti di S.Lorenzo, nelle schitarrate di Ferragosto, quelle cose lì. Aspettative che di solito non venivano tradite, anche se per un mese mettevo sempre i soliti quattro stracci. Le canzoni di questa playlist appartengono a due estati speciali: quella del 1993 e del 2000. Della seconda c'è anche un raccontino, che potete leggere se vi va.
Ascolta la playlist della Newsletter #9
NEWS DAL MONDO DELL'EDITORIA
poi basta però
Penso di aver sufficientemente arrotato l'anima a tutti dicendo che ho scritto un romanzo, che si chiama "Se tu lo vuoi", è edito da Piemme e che dal 3 luglio è disponibile in libreria e sui principali marketplace. 
Provo una certa ritrosia nel parlarne ad amici, colleghi e parenti, della quale non riesco a spiegarmi la motivazione ma che credo sia riconducibile alla paura di stroppiare, di stancare tutti, di perdere la fiducia di chi leggeva il mio blog o seguiva le mie vicende. Guardala qui, prima scriveva gratis e per puro piacere, e mo' si scopre che l'obiettivo è era solo creare un pubblico per vendere il suo libercolo, che sicuramente è una cagata pazzesca perché i libri scritti dalle blogger sono penosi. 
D'altro canto sarebbe stupido, o quantomeno antieconomico, non veicolare l'uscita di "Se tu lo vuoi" su canali e mezzi che sono totalmente miei e per di più gratuiti. Quindi, siccome voglio la botte piena e il marito ubriaco, ho deciso che il romanzo avrà una sua area riservata sul blog, nel quale cercherò di concentrare tutte le news e le informazioni: è un minisito a tutti gli effetti, con un suo dominio. Ci sono trama, bio, rassegna stampa, estratto da leggere, playlist dedicata, link di vendita e, a breve, il calendario delle presentazioni.
Sul blog cercherò di non angosciare troppo con riferimenti continui al romanzo, ma di parlarne solo se ne sussistono le condizioni: vale sempre la regola che, se sto esagerando, sono liberi tutti di dirmelo. In ogni caso, per placare la vostra pazza curiosità lo potete acquistare qui.
Acquista su Mondadori
Acquista su Mondadori
Acquista su Amazon
Acquista su Amazon
Acquista su  IBS
Acquista su IBS
RICREDERSI SULLE VACANZE
mi pentirò di ciò che sto per dire?
Le vacanze sono state un grande dilemma, negli ultimi anni. In particolare quest'anno una parte di me, quella pazza da rinchiudere in una torre per poi gettare via la chiave, avrebbe voluto tentare una vacanza on the road in Albania. Dall'altra parte dello spettro, c'era l'idea di una vacanza in un resort siciliano, sul modello di quello trentino in cui siamo stati l'anno scorso, con un micronido che avrebbe potuto occuparsi di Elia qualche ora al giorno per consentirci di decomprimere qualche ora.
Abbiamo posticipato, abbiamo rabbrividito al vedere i costi e i tempi di spostamento, fino a concludere che andremo in Calabria, dove la mia famiglia ha una minicasa da quando sono nata. Dal lusso dell'all-inclusive a 40 metri quadrati incluso il terrazzo, dal micronido con tate specializzate a due settimane 24/7 noi tre.
È stato un anno molto intenso, a livello emotivo e pratico, e mai come stavolta avrei meritato una vera vacanza vegetativa e contemplativa, servita e riverita come una dea greca. Eppure ci ho pensato e ho concluso che sì, cazzo, me la sento, sui luoghi delle mie vacanza d'infanzia voglio andarci eccome. Mi ha convinto un weekend di prove generali al mare: sono stata in Liguria con mia mamma ed Elia, al quale il mare è decisamente piaciuto. Mi aspetto insomma che si trovi a suo agio e si ambienti bene, che si stanchi da morire e che nel dopo pranzo si riesca a farlo crollare in quei pisolini da 3 ore che, mi dicono, fanno sempre i bambini. Mi dicono, eh, perché a me non è mai successo.
Ma soprattutto ho scoperto che ci saranno tutte le mie amiche, anche loro con figli coetanei di Elia: conto di creare una nursery in spiaggia in cui noi adulti possiamo chiacchierare tra noi mentre i bambini si rotolano nella sabbia come suini nel fango. 
E Michele? Ah già. A lui compro un'anguria, i racchettoni, l'almanacco enigmistico, e teoricamente dovrebbe essere a posto così.
I MIEI ULTIMI POST
clicca sulle immagini per leggerli
L'INFLUENCER DEL MESE
erano 2 volte che saltavo questo appuntamento!
Siccome spero che nel bimestre luglio e agosto abbiate qualche momento in più per selezionare nuovi profili Instagram da seguire vi invito a visitare quello di Giovanna Gallo il cui nick è @gioska23.
Giovanna è contributor free lance della redazione web di Cosmpolitan dove scrive di lifestyle: ad esempio, ultimamente ha seguito tutte le vicende della Royal Family. Se volete sapere che sapone intimo usa Megan, chiedetele perché dovrebbe esserne a conoscenza. Idem con le serie TV Netflix, che le tocca guardare per lavoro.
Giovanna deve mandare avanti una casa, trovare la scuola materna per sua figlia, organizzare il suo matrimonio, andare dal dietologo e dal commercialista, visitare la sua famiglia d'origine che vive in Calabria, procacciarsi i clienti, uscire con le amiche, farsi un weekend fuori porta.
In un Internet che pullula di esistenze fantastiche raccontate in modo banale, Giovanna appartiene alla ormai -quasi estinta- categoria di persone che conducono una vita normale e la narrano in maniera brillante. In più, ha ha un blog in cui dispensa consigli professionali interessanti per tutti. Ad esempio, se leggete questo, vi verrà il pallino di diventare dei freelance ma vi invito a calmarvi perché Giovanna è una macchina da guerra ma voi no, e nemmeno io.
CAMBIARE IN CORSA
potrebbe andare peggio, potresti cambiare lavoro
Dal 2 luglio ho ufficialmente cambiato lavoro. Cioè, sono sempre all'interno dello stesso gruppo, ma ho un'altra mansione. Praticamente, negli stessi giorni in cui mio figlio aveva la varicella e organizzavo i turni di assistenza e pianificavo la promozione del mio romanzo d'esordio, ho anche fatto il passaggio di consegna del lavoro vecchio e ho iniziato la formazione del lavoro nuovo. Per il quale sono palesemente e drammaticamente impreparata, soprattutto dal punto di vista tecnico: ma dinanzi a questa mia osservazione (Io non so un cazzo di questi argomenti) ho ricevuto una risposta che mi ha lasciata interdetta e che vi riporterò qui integralmente.
Mi aspetto che tu colmi le tue lacune in maniera autonoma, studiando e trovando le fonti che fanno al caso tuo. Prova con Medium, boh, vedi tu.
Volete sapere la verità? Non so dove prendere le informazioni, non so a chi chiedere, non sono una di quelle smanettone autosufficienti che capiscono tutto guardando i tutorial. Ho bisogno di uno che si sieda lì e mi dica: prima prendi questo, lo apri con questo programma, poi lo salvi lì con questo nome, poi e poi e poi e poi...Insomma ho capito che sono una vecchia che deve fare un lavoro da giovane.
Mi sono comprata un libro sul digital copywriting e giuro di darmi una svegliata o mi cacciano a calci in culo, ma vi sarò infinitamente grata se mi indicherete:
-manuali o corsi online di facebook advertising e budget optimization
-fanpage con piani editoriali veramente interessanti (sottolineo interessanti), possibilmente a tema design
Ricambio con quello che volete, consigli di cuore, stile, lettura, vestiti usati, barzellette sui carabinieri.
WORK IN PROGRESS
Ad agosto vorrei staccare dal blog e stare ferma per almeno 3 settimane: sarà l'occasione per utilizzare di più i social, in particolare Instagram Stories. Se volete seguirmi o darmi una chance, il mio account IG è questo. Idee per nuovi post possono essere inviate a gynepraio@yahoo.it
POSTA DEL CUORE SETTEMBRE: BIG RUSH
Sto raccogliendo le domande per la posta del cuore di Settembre, perché a agosto sarò in vacanza e mi auguro che tutti accantonino i loro problemi, almeno momentaneamente. Basta esporre sinteticamente il vostro caso via email a gynepraio@yahoo.it e la risposta verrà data in totale anonimato.

 
Buone vacanze a tutti, ci vediamo a metà settembre!
SONO PRATICAMENTE DAPPERTUTTO
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
Blog
Blog






This email was sent to <<Email>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Gynepraio · Vanchiglia · Torino, TO 10124 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp