Copy

Ciao <<Nome>>,

In occasione dell'inizio di dicembre e della stagione natalizia, tornano le copertine di NPC Magazine a cura di Alice Colombo. 2022 in Movies. 

Ecco cosa troverai nella newsletter di questa settimana.

  • La copertina di dicembre
  • L'editoriale 
  • Innamorati di Guadagnino
  • Le Recensioni
  • Su NPC Watch
  • Tutto Twitch

Diceva Eisenstein: ci sono lettere da bere avidamente. Non tutte, solo quelle degli artisti. Come Michelangelo, che per mesi scrisse dell’innaturale posizione a cui lo costringevano le volte della Cappella Sistina. Dolori, incertezze, muscoli tesi a reggere lo sforzo. Le lettere degli artisti svelano le vertigini da cui nascono le idee. Eisenstein non aveva dubbi nel considerare il cinema iniziatore di un nuovo Rinascimento. Parole per il domani di cui sentiamo l’insostenibile peso del tempo. Ma nell’anno in cui Jean-Luc Godard mette un punto alla sua storia del cinema, dobbiamo riconsiderare le lettere consegnateci dal secolo che in quest’arte vide una nuova Firenze. Queste stesse storie sono oggi le vere protagoniste di una florida stagione di memoir d’autore. Film sui registi, che sono film sui film. Nell'esatta maniera di Serov, che scriveva di pittura anche solo dicendo "io". Guardando a dicembre ne contiamo già due. Spielberg e Iñárritu. Fabelmans e Bardo. Lettere d’artista. Come il Licorice Pizza di Anderson (capitolo importante di un anno imprevisto) e l'ultimo Sorrentino. Lettere pubbliche, affidateci per una grafologia dell’immagine. Sono Souvenir (parola di Joanna Hogg).

Ma lo sguardo attento riconosce i falsi, persino gli insinceri. Iñárritu tra i primi indiziati. Il suo film è una lamentela fuori luogo e vittimista. Eppure anch’esso svela qualcosa di inedito su un autore che raccontandosi (male) rivela ciò che voleva nascondere. Woody Allen, che di raccontarsi non si è mai stancato, ma che non manca del senso del tempo e delle mode, ha ironicamente titolato la sua biografia A proposito di niente. Di questi niente, però, ne beviamo volentieri - avidamente - in bicchieri ampi; lunghi sorseggi. Spielberg racconta Spielberg: un sogno cinefilo quasi stucchevole. Proposta irresistibile e romantica. Alcune lettere d'artista non arrivano ai grandi schermi secondo il flusso autobiografico ora in piena. La sofferenza di Cameron, promotore di un cinema che è sempre, di più, anche oggi, da inventare, arrivano limpide a pochi giorni dall'uscita di Avatar 2. Ancora una volta, muscoli tesi a reggere lo sforzo. Dopo 12 anni dedicati ai sequel, le angosce espresse nei confronti del piano marketing dedicato al film scrivono pagine buie di un progetto che non potrà accontentarsi di soli buoni risultati. Cameron non ha intenzione di trasformare la sua saga in uno straordinario incompiuto. In Redazione, abbiamo eletto Pandora a luogo prediletto per chiudere l'anno. Perché lontana, perché immaginaria. Perché freme ancora e ci invita all'immersione, tema che sorpassa a destra il 3d e si riappropria degli intenti del primo cinema, quello che era già incredibile realtà virtuale. In attesa di poter leggere gli scritti michelangioleschi di Cameron, chiudiamo l'anno con qualche bilancio. Abbiamo provato la via delle classifiche, ma avvisiamo: non fa per noi. Abbiamo rotto la bilancia e seguito l'istinto. Speriamo non siate d'accordo.

- Alessandro Cavaggioni, caporedattore

INNAMORATI DI GUADAGNINO

Innamorati di Luca Guadagnino: guida alla filmografia

Di Christian Montedoro

Pochi autori riescono a restituire emozionisensazioni tormenti dei propri personaggi come Luca Guadagnino. Personalità artistica a tutto tondo, ha rivestito nel tempo molteplici ruoli, da regista produttore sceneggiatore, e ha acquisito grande popolarità per i suoi ritratti precisi e mai banali del sentimentalismo e della sessualità, dipinti con tocco elegante, ibrido e personalissimo.

Continua a leggere

LE RECENSIONI

Il Mio Nome è Vendetta, il revenge movie italiano fa il possibile ma non abbastanza

Di Filippo Bacchi

Il Mio Nome è Vendetta è una pellicola a metà tra i revenge movies hollywoodiani- dei quali però ricalca purtroppo soltanto gli aspetti negativi – e il classico dramma italiano, di quelli che si prendono maledettamente sul serio ma finiscono immancabilmente per rivelare i propri limiti, a partire da un cast – Alessandro Gassman e Ginevra Francesconi su tutti – quasi mai all’altezza e una sceneggiatura fiacca, grossolana e banale.

Continua a leggere

Strange World: l’omaggio Disney ai racconti di Jules Verne

Di Beatrice Curti

Strange World è il 61° lungometraggio firmato Walt Disney Animation Studios, uscito il 23 novembre al cinema, dopo una lunga assenza dei film del Topo sul grande schermo. Nonostante la prima settimana al botteghino sia stata un clamoroso flop (appena 30 milioni di dollari guadagnati a fronte di una spesa che varia dai 180 ai 300 milioni), il film è un divertente omaggio ai grandi romanzi d’avventura, in particolare alle atmosfere di Jules Verne.

Continua a leggere

Avvocata Woo, la realtà tra incanto e amorevolezza

Di Verdiana Bottino

Per quasi tutto il mese di agosto questo legal drama sudcoreano è stato tra i contenuti più visti su Netflix, e per più di una buona ragione; diretto dall’acclamato regista di Dr. RomanticYoo In-shikAvvocata Woo è una di quelle serie che tutti dovrebbero recuperare, un gioiellino capace di far emergere il buono del mondo. Diamo uno sguardo a ciò che ora come ora più si avvicina a un sospiro di sollievo su schermo.

Continua a leggere

One Piece Film: Red infiamma i quattro mari con le sue musiche

Di Federico Ghiglione

One Piece Film: Red, in uscita nelle sale il 1 dicembre doppiato in italiano e distribuito da Anime Factory, è diretto da Goro Taniguchi, uno dei primi registi della serie di film tratti dal celebre manga e acclamato autore di Code Geass: Lelouch of the Rebellion, ed è il primo lungometraggio interamente supervisionato da Eiichiro Oda che ha voluto affidare a Goro e il suo team creativo una storia che avesse un villain davvero temibile e esplorasse il passato di uno dei personaggi più misteriosi e potenti della saga ovvero di Shanks il Rosso.

Continua a leggere

Forever Young, il miglior film di Valeria Bruni Tedeschi è un inno alla gioventù

Di Beatrice Lazzari

L’1 dicembre 2022 arriva nelle sale italiane, dopo essere stato al Festival di CannesLes Amandiers, presentato al pubblico internazionale con il titolo Forever Young, che vede alla regia Valeria Bruni Tedeschi presentare ancora una volta uno sprazzo autobiografico della sua vita.

Continua a leggere

Una mamma contro G.W. Bush, una sfida possibile

Di Mattia Salvi

Certe volte la realtà spaventa molto più della fantasia. È quello che succede in Una Mamma Contro G.W. Bush, titolo italiano di Rabiye Kurnaz gugen George W. Bush, nelle sale italiane dall’1 dicembre. Basato su fatti realmente accaduti, il film ha come protagonista una madre alle prese con l’arresto ingiusto del figlio. E da qui l’incubo più grande di tutti, l’inizio di una battaglia legale che, apparentemente persa in partenza, porterà una donna a sfidare a viso aperto le più alte cariche politiche.
Continua a leggere

Orlando, la perla scheggiata di Vicari

Di Ilenia Scollo

Perché un umile contadino della provincia di Rieti dovrebbe andare in una metropoli caotica e frenetica come Bruxelles? È così che inizia la storia di Orlando, protagonista del nuovo film di Daniele Vicari con Michele Placido in uscita nelle sale il prossimo 1 dicembre.

Continua a leggere

Orlando, la perla scheggiata di Vicari

Di Giulia Leo

Presentato in anteprima alla 40° edizione del Torino Film FestivalVittorio – In un tempo fuori dal tempo è un polifonico affresco delle personalità che gravitano attorno a un Vittorio Sgarbi settantenne. Realizzato dalla sorella, Elisabetta Sgarbi (in arte Betty Wrong), in occasione della doppia festa di compleanno dell’insigne storico d’arte, il docu-film è un omaggio divertito e mondano a un uomo che non invecchia mai ma rimane sospeso in quell’energica vitalità che abbraccia il reale quanto la sua arte. La famiglia Sgarbi era già stata vagamente raccontata nell’ultima opera di Pupi Avati, dal titolo Lei Mi Parla Ancora. Settanta amici e una moltiplicazione eterogenea di artisti, galleristi, giornalisti, editori, imprenditori e musicisti riuniti per rispondere a una domanda assiomatica: cosa vuol dire invecchiare se ti chiami Vittorio Sgarbi?

Continua a leggere
SU NPC WATCH
NPC Watch è la piattaforma streaming pay-per-view curata dalla redazione di NPC Magazine. Film, documentari e classici senza tempo scelti appositamente per voi e a un prezzo speciale. Scopri NPC Watch.

I segreti di Brokeback Mountain, una riflessione a distanza

Di Chiara Cazzaniga

I segreti di Brokeback Mountain è un film diretto da Ang Lee tratto dal racconto Gente del Wyoming di Annie Proulx del 1997; accolto da un incredibile successo di pubblico ricevette altrettante lodi dalla critica e fu vincitore di svariati premi, Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia, Golden Globe, BAFTA e altri, oltre che degli Oscar per Migliore regia, Migliore sceneggiatura non originale e Miglior colonna sonora.

 

Continua a leggere
Guarda il film

Ice and Sky: quando un fiocco di neve fa la differenza

Di Andrea Marcianò

Ormai sono tantissimi i film sul cambiamento climatico che escono ogni anno; se ci si pensa bene saranno almeno una decina divisi tra piccole produzioni indipendenti (La Crociata di Louis Garrel) e tra grandi produzioni hollywoodiane (Don’t Look Up di Adam McKay). Tra i molti si annoverano anche, ovviamente, i documentari, da sempre strumenti amici del pianeta. n’operazione del genere la fece nel 2015 anche il cineasta francese Luc Jacquet, che portò sugli schermi l’assurda vita di Claude Lorius in Ice and Sky: documentario che racconta le scoperte scientifiche portate avanti nella seconda metà del Novecento in Antartide, disponibile esclusivamente sulla piattaforma streaming NPC Watch, il portale pay-per-view curato dalla redazione.

Continua a leggere
Guarda il film
TUTTO TWITCH
Iscriviti al nostro canale Twitch per interagire nella chat e seguire tutte le nostre live in diretta.

 

Expelliarmus a te e famiglia è il Quiz potteriano condotto per NPC Magazine da Giulia Calvani e Januel. Quattro domeniche segnano un torneo magico che sfida i concorrenti sui temi del mago più famoso del cinema e della letteratura. Ecco com'è andata la prima puntata.

Recupera la Live
Facebook
Twitter
Link
Website
LinkedIn
Copyright © 2022 Il fascino degli intellettuali, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list.

Email Marketing Powered by Mailchimp